Pane con acqua fermentata
Pane-Pizza-Torte salate

Pane con acqua fermentata

Pane con acqua fermentata, uno dei mie ultimi esperimenti nei lievitati salati. Grazie ad una amica, ho scoperto una tecnica di lievitazione naturale, l’acqua fermentata, così, come fanno i bambini che vogliono provare subito il giocattolo nuovo, io ho voluto realizzarla per poterla provare nella lievitazione del pane. Giuro, una volta sfornata la pagnotta e tagliata, sono rimasta di stucco! Un pane bello, lievitato perfettamente e super profumato!

ACQUA FERMENTATA
Ora ti spiego come realizzare questo tipo di lievito naturale, è semplicissimo e non richiede grosse attenzioni come può avere il lievito madre.

Prendi un barattolo sterilizzato , mettici all’interno una parte di frutta o di verdura biologica , due parti di acqua, meno di mezzo cucchiaino di miele e chiudilo poi due volte al giorno (esempio mattina e sera) lo agiti e lo riapri per far fuoriuscire i gas che si formano praticamente da subito. Dai 3 ai 7 giorni si formeranno tantissime bollicine e si sentirà l’odore di acido, questo vuol dire che la fermentazione è presente. A questo punto la filtri e la conservi in frigorifero: ti servirà per creare il prefermento da utilizzare per fare il pane.
Qui di seguito ti scrivo come ho preparato la mia acqua fermentata fatta con l’uva bianca biologica:
-ho lavato l’uva e ne ho pesata 150 grammi
-nel barattolo sterilizzato ho messo 300 g di acqua naturale di quella della bottiglia, ho aggiunto meno di mezzo cucchiaino di miele e ho aggiunto l’uva.
– ho chiuso il barattolo con il coperchio e per due volte al giorno l’ho agitato
– al sesto giorno ho filtrato l’acqua e ne ho utilizzata 100 g mischiata con 100 g di farina per creare il prefermento.
– ho lasciato riposare il prefermento tutta la notte (8-10 ore coperto con della pellicola) e in questo riposo è raddoppiato.
– ho usato il lievito madre per preparare il pane.

L‘acqua fermentata può anche essere utilizzata in un altro modo: una volta pronta e filtrata, puoi utilizzarla direttamente per impastare il pane, sostituendola all’acqua prevista nella ricetta e senza aggiungere altro tipo di lievito.


Seguimi su INSTAGRAM ! Nelle stories racconto la mia vita quotidiana tra fornelli, fotocamere, set fotografici e sono a tua disposizione se vorrai ricevere direttamente in direct una ricetta.

Ora mi trovate anche su YouTube! Iscrivetevi e attivate la campanellina per non perdere le ultime video ricette! Vi aspetto!


  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di cottura1 Ora

Ingredienti

  • 400 g Farina forte
  • 400 g Farina 1
  • 160 g Prefermento realizzato con l’acqua fermentata
  • 550 g Acqua
  • 15 g Sale

Preparazione

  • Prepara il prefermento: In una ciotolina unisci 100 g di farina forte presa dalle quantità indicate sopra insieme a 100 g di acqua fermentata, mescola bene, copri con la pellicola e lascia riposare per almeno 8 ore. Ti consiglio di fare questa operazione la sera, in modo da avere il lievito pronto la mattina seguente.
  • Nella ciotola della planetaria unisci le due farine, l’acqua e 160 g di lievito preparato con l’acqua fermentata.
  • Inizia ad impastare con il gancio, e quando il composto risulta incordato, aggiungi il sale e lascia lavorare l’impastatrice per altri 5 minuti.
  • A questo punto limpasto è pronto, lascialo riposare 30 minuti nella ciotola e coprilo con la pellicola.
  • Trascorso questo riposo, effettua 3 cicli di pieghe ogni 45 minuti. (qui la spiegazione di come effettuare le pieghe)
  • Ora forma il pane, (io gli ho dato una forma ovale) poi sistemalo in un cestino per l’ultima lievitazione e lascialo riposare un paio di ore.
  • Preriscalda il forno statico a 220° e metti alla base una ciotola di acciaio piena di acqua.
  • Capovolgi il pane sopra alla placca e cuoci a 220º per 15 minuti.  Abbassa la temperatura a 200º per altri 20 minuti, poi a 180° per 15 minuti. Gli ultimi 10 minuti blocca lo sportello del forno leggermente aperto per far uscire l’umidità.
  • Il pane con acqua fermentata è pronto! Lo senti che profumo che fa? Eh un pezzettino caldo è d’obbligo assaggiarlo!
  • Grazie per essere passata a trovarmi, ci vediamo presto con una nuova ricetta 🙂Elvira

Se vi piacciono le mie ricette seguitemi anche sui social!

Condividi sui tuoi social preferiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *