Come cuocere la piadina precotta consigli utili e suggerimenti di farciture sfiziose
Pane-Pizza-Torte salate

Come cuocere la piadina precotta consigli utili e suggerimenti di farciture sfiziose

Come cuocere la piadina precotta consigli utili e suggerimenti di farciture sfiziose.

La piadina è una delle preparazioni più amate in Italia e all’estero. Di versatile preparazione, la piadina può essere farcita con salumi, verdure e formaggi ma anche con le creme spalmabili dolci.

Questo piatto regionale Romagnolo, detto anche piada,  è abbastanza differente da un comune all’altro, nella zona tra Cervia, Rimini Riccione e Cesenatico troverai una piadina sottile, mentre nell’entroterra la piadina tradizionale si presenterà più spessa.

Nella ricetta che ti propongo oggi ho adoperato una piadina ottima e ho scelto quella IGP Riminese, farcita in una versione classica con prosciutto crudo, mozzarella e rucola. Nell’articolo che segue ti suggerisco altre idee per poterla gustare e qui di seguito ti indico alcune forme differenti per poterla servire in tavola:

libro: prevede la farcitura solo per metà per poi essere ripiegata a libro e divisa in due.

rotolini: ideale per buffet e antipasti.

spicchi: si farcisce a metà, si chiude a libro e si taglia a spicchi.

cono: la piadina viene scaldata tagliata in quattro parti, ogni triangolino viene arrotolato e fermato in un lato con uno stecchino per poi essere farcita.

Arrotolata: prevede la farcitura su tutta la superficie e si arrotola cercando di tenerla abbastanza stretta poi si taglia a metà diagonalmente.

LA COTTURA

Generalmente, la piadina, viene cotta sul testo, una padella con doppio bordo e con il manico atermico in plastica o in legno. Anticamente il testo era di terracotta mentre quelli moderni che troviamo in commercio oggi sono di acciaio o ghisa e sono antiaderenti.

Per cuocere la mia piadina ho adoperato appunto il testo, ma ovviamente andrà benissimo anche una padella antiaderente, l’importante è che non abbia i bordi troppo alti. La piastra va riscaldata, senza ungere la teglia né con olio né con burro, la fiamma va abbassata a la piadina appoggiata sul fondo.

La cottura della piadina è di una trentina di secondi per lato, in questo modo la otterrai molto fragrante e non secca. 

E ora seguimi in cucina, ti mostro come realizzare in pochissimi minuti una piadina farcita perfetta.


Seguimi su INSTAGRAM ! Nelle stories racconto la mia vita quotidiana tra fornelli, fotocamere, set fotografici e sono a tua disposizione se vorrai ricevere direttamente in direct una ricetta.

Ora mi trovate anche su YouTube! Iscrivetevi e attivate la campanellina per non perdere le ultime video ricette! Vi aspetto!

  • Difficoltà Molto facile
  • Costo Basso
  • Tempo di preparazione 5 Minuti
  • Tempo di cottura 1 Minuto

Ingredienti

  • 3 Piadine
  • 100 g Prosciutto crudo
  • 2 Mozzarelle
  • 1 mazzetto Rucola
  • Olio extravergine d’oliva

Preparazione

Accendi il fornello, abbassa la fiamma e scalda bene la padella.

Appoggia la piadina sul fondo e lasciala cuocere per lato 30 secondi.

A cottura ultimata, sistema la piadina sopra ad un tagliere.

Farciscila a metà con prosciutto crudo, mozzarella e rucola, chiudila a libro e tagliala a spicchi.

Servi la piadina ancora calda in tavola e gusta questa fragrante preparazione magari accompagnata da un buon bicchiere di vino o da una birra fresca.

Qualche idea di farcitura

Ci sono tantissimi modi per poter farcire la piadina,ovviamente dipende dai proprio gusti, qui di seguito te ne suggerisco alcuni:

  • Squacquerone, prosciutto crudo, insalata , pomodori
  • Spinaci e formaggio
  • Cotto, crema di carciofi, formaggio
  • Salsiccia, cipolla e crema di formaggio
  • Verdure grigliate e mozzarella
  • Tonno e melanzane grigliate
  • Salame piccante e provola
  • Bresaola rucola e robiola
  • Salmone affumicato, insalata, crema di formaggio
  • Salsiccia stracchino e patate

Ci vediamo presto con tantissime ricette veloci, facili e….sfiziose!!

Se vi piacciono le mie ricette seguitemi anche sui social!

Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *